Tiscali.it
SEGUICI

"Sì, mi sono vergognato". Il retroscena sulla notte di rabbia di Allegri

Zazzaroni, direttore del "Corriere dello Sport", rivela: "Ha sbagliato e lo sa perfettamente. Questi mesi sono stati molto duri, questi tre anni sono stati molto difficili"

di Tiscali Sport   

Massimilaino Allegri non è più l'allenatore della Juve, ma ancora si discute dello show rabbioso nella finale di Coppa Italia che ha portato al suo esonero. "Allegri? Le decisioni le prende la società... Ma questa stagione ci dice che gli obiettivi li abbiamo raggiunti (qualificazione Champions League e vittoria della Coppa Italia, ndr)", il commento di Manuel Locatelli dopo il pareggio in rimonta di Bologna. Ma in attesa di conoscere come sarà la Juve della prossima stagione disegnata da Cristiano Giuntoli emerge un nuovo retroscena su Allegri e la su rabbiosa reazione nel finale della vittoriosa gara contro l'Atalanta. Dalla contestazione agli arbitri, al "vai via a Giuntoli" fino allo scontro con il direttore di Tuttosport, Guido Vaciago hanno segnato il suo futuro sulla panchina bianconera perché sono quei "comportamenti tenuti durante e dopo la finale di Coppa Italia che la società ha ritenuto non compatibili con i suoi valori".

"Mi sono vergognato"

Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport, ha rivelato che Allegri è sinceramente pentito. "Con Vaciago ha sbagliato nettamente. Io l’ho sentito il giorno dopo ed era veramente dispiaciuto - ha detto a Pressing su Italia 1 -. L’ho sentito e mi ha detto: 'Mi sono vergognato'. Effettivamente ha ecceduto. Non lo so, bisogna fidarsi di quello che ha detto Vaciago anche se c’è una versione di Allegri, ma ha sbagliato e lo sa perfettamente. Non a caso è andato nella redazione di Tuttosport e ha chiesto scusa". Un "pentimento" da parte di Allegri che ha confermato anche Vaciago dopo il chiarimento con il tecnico livornese e la dichiarazione congiunta ("risolta l'incresciosa situazione e ristabilita la cordialità").  

"Mesi molto duri e tre anni molto difficili"

"Io mi aspettavo queste reazioni conoscendo quello che aveva accumulato - ha detto ancora Zazzaroni -. Questi mesi sono stati molto duri, questi tre anni sono stati molto difficili. Quando si è spogliato lo ha fatto in modo strategico, ne sono sicuro. In quel momento doveva fermare la partita. Sono strategie che Ulivieri insegnava a Coverciano. Non è la prima volta che si spoglia, ma chiaro che non è una bella scena. Questa è un'ingenuità, lui ha vinto la Coppa dei Campioni non ha vinto la Coppa Italia per tutto quello che ha subito. Sono esseri umani, è vero che guadagnano tanto ma non ti preserva da queste cose. Lui è un istintivo, se si risparmiava queste cose ne usciva da campione del mondo".

  

di Tiscali Sport   
I più recenti
Morata, risultato poteva essere diverso ma Donnarumma è grande
Morata, risultato poteva essere diverso ma Donnarumma è grande
Euro2024, Spalletti: Loro troppo più forti, vinto meritatamente
Euro2024, Spalletti: Loro troppo più forti, vinto meritatamente
Calcio: Sottil nuovo allenatore della Salernitana
Calcio: Sottil nuovo allenatore della Salernitana
Da Gdf stop a piattaforme pirata Europei, De Siervo soddisfatto
Da Gdf stop a piattaforme pirata Europei, De Siervo soddisfatto
Le Rubriche

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Pierangelo Sapegno

Giornalista e scrittore, ha iniziato la sua carriera giornalistica nella tv...

Andrea Curreli

Cagliaritano classe '73 e tifoso del Cagliari. Studi classici e laurea in...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Italo Cucci

La Barba al palo, la rubrica video a cura di Italo Cucci, famoso giornalista...