"Qui non c'è il coronavirus. Messi e Ronaldo, venite a giocare in Bielorussia"

La bizzarra proposta di Aleksandar Hleb, ex Barcellona e Arsenal. Il premier Lukashenko: "Fate molta sauna, bevete tanta vodka e lavorate tanto"

Aleksandar Hleb, Cristiano Ronaldo e Leo Messi
Aleksandar Hleb, Cristiano Ronaldo e Leo Messi
di Andrea Curreli

Ai tempi del coronavirus e con una pandemia mondiale non si gioca più al calcio. Tranne che in Bielorussia. Al momento la "Vyšėjšaja Liha", appena partita, è l'unico campionato che si svolge regolarmente. Perché qui il "Covid-19 non c'è" e se c'è lo si combatte con la ricetta di Aleksandr Lukashenko, presidente del Paese ex Urss dal lontano 1994. "Cari giocatori, fate molta sauna, bevete tanta vodka e lavorate tanto per uccidere il virus nei vostri organismi", ha detto Lukashenko. E la federcalcio ha ribadito la linea del premier perché con "soltanto 15 casi di positività, non è alcun motivo per fermarsi". Il presidente Vladimir Bazanov qualche giorno fa è stato ancora più chiaro: "Giocheremo a porte aperte. Io stesso assisterò a tre partite in tre giorni".

"Qui nessuno ne parla e a nessuno importa"

Se lo dice il premier e lo ribadisce la Belarus'FF, perché i calciatori dovrebbero aver paura? E infatti anche Aleksandar Hleb esalta la partenza della Vyšėjšaja Liha 2020. Hleb è considerato in patria il miglior giocatore di tutti i tempi, negli anni Duemila è stato eletto per sei volte calciatore dell'anno, ha vestito le maglie di Arsenal e Barcellona ed è stato a un passo dal giocare nell'Inter nel 2009 (rifiutò il trasfertmento durante la trattativa che portò Ibrahimovic al Barça ed Eto'o in nerazzurro). "Coronavirus? Qui nessuno ne parla e a nessuno importa. Tutti dovrebbero vedere il nostro campionato, tutte le tv dovrebbero seguire il nostro campionato", ha dichiarato a The Sun.

"Messi e Ronaldo, venite a giocare in Bielorussia"

L'ex centocampista ha approfittato dello stop di tutte le competizioni nel mondo per lanciare un bizzarro appello ai calciatori più forti al mondo: Cristiano Ronaldo della Juve e Leo Messi del Barcellona. "Quando è terminata la stagione della National Hockey League (dove militano le squadre più forti di Stati Uniti e Canada, ndr), molti giocatori hanno deciso di andare in Russia per continuare a giocare. Magari anche Messi e Ronaldo potrebbero decidere di venire a giocare nel nostro campionato", ha detto Hleb.