Splendido Bologna: vince in rimonta a Brescia e poi corre in ospedale da "Miha". "Bravi, ma andate a nanna"

Il tecnico serbo si è affacciato da una finestra e ringraziato i suoi giocatori: "Bravi, poi mercoledì ne parliamo, perché non abbiamo fatto niente"

TiscaliNews

Dopo la vittoria in rimonta per 4-3 a Brescia e prima di rientrare a casa, i giocatori e lo staff del Bologna si sono fermati fuori dall'ospedale Sant'Orsola dove è ricoverato Sinisa Mihajlovic per la terapia anticancro che sta portando avanti. La squadra voleva condividere con il suo allenatore la gioia dei tre punti conquistati contro le Rondinelle.

"Bravi, ma ora andate a nanna"

E il tecnico serbo si è affacciato da una finestra dell'Ematologia, per salutare. Una sorta di serenata a sorpresa, decisa durante il viaggio di ritorno del pullman e documentata da un video dell'emittente bolognese E'Tv. Squadra e staff, intorno alle 21, hanno cantato cori ("Dai Sinisa Alè") e l'allenatore, che da luglio è in cura per la leucemia, ha risposto: "Non me l'aspettavo. Bravi, poi mercoledì ne parliamo, perché non abbiamo fatto niente. Dove andate a festeggiare? Venite in camera mia che riguardiamo la partita. E comunque ora andate tutti a nanna...".