Pavoletti: "Il destino è crudele". Ma è giallo sull'infortunio

Pavoletti sarebbe scivolato dopo una cena con i compagni. Indiscrezioni su azioni disciplinari del Cagliari. L'attaccante: "Faccio fatica a sorridere"

Pavoletti: 'Il destino è crudele'. Ma è giallo sull'infortunio
di Redazione Tiscali Sport

"Il destino è crudele, a volte. Sembrava fosse vicino il mio rientro in campo, invece eccomi di nuovo a parlare di uno stop. Faccio fatica a sorridere e a trovare le parole ma è già ora di cercare le forze per riprendere il cammino. E sì, ci tengo a ringraziare tutti. Di cuore". Sono le parole di Leonardo Pavoletti, pubblicate sui suoi profili social. L'attaccante del Cagliari sarebbe dovuto tornare in campo tra un mese, ma la nuova lesione al legamento crociato anteriore della gamba già operata nel settembre scorso ha posto fine alla sua stagione.

Pavoletti sarebbe scivolato

Il nuovo stop del bomber rossoblu ha gettato nello sconforto i tifosi, che attendevano il suo rientro sognare ancora l'Europa. Sui social si sono moltiplicate indiscrezioni su presunti litigi durante una cena con alcuni compagni di squadra e sulla caduta di Pavoletti che avrebbe causato il nuovo infortunio alla gamba operata. Un tam-tam social che non ha trovato conferme. Secondo la ricostruzione dell'Unione Sarda, dopo una cena organizzata proprio dall'attaccante i giocatori del Cagliari si sarebbero recati in un noto locale di Cagliari e qui Pavoletti sarebbe scivolato.

Azioni disciplinari di Cagliari?

Secondo quanto riporta Sky Sport, il Cagliari si "riserva di intraprendere sanzioni disciplinari nei confronti del proprio tesserato" dato che l'infortunio "sarebbe maturato in un contesto non sportivo". Per ora però, l'unico comunicato ufficiale della società del presidente Giulini è riferito all'infortunio di Pavoletti. "La Società Cagliari Calcio comunica che a seguito di accertamenti clinici e strumentali effettuati in data odierna presso il centro medico Korian, il giocatore Leonardo Pavoletti ha riportato una lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro già precedentemente sottoposto ad intervento chirurgico per analoga lesione", recita il comunicato.