Kluivert punge de Ligt: "Matthijs si è pentito di aver scelto la Juve"

L'ex milanista, oggi direttore del settore giovanile del Barcellona, parla del centrale bianconero: "La vita è fatte di scelte giuste e altre sbagliate"

TiscaliNews

Matthijs de Ligt è stato un colpo del mercato estivo della Juventus. Per portare in Serie A il giovane difensore olandese la società di Andrea Agnelli ha chiuso un'operazione da 75 milioni di euro. Il giovane centrale, che ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2024, ha avuto un ambientamento difficile nella squadra di Maurizio Sarri. Ora de Ligt è in crescita costante e ha conquistato definitivamente i tifosi bianconeri segnando il gol partita nel derby con il Torino (0-1 nella sfida del 2 novembre).

"Credo che sia un po' pentito della scelta"

Ma secondo un altro celebre olandese, Patrick Kluivert, l'ex difensore dell'Ajax dei miracoli si sarebbe pentito di aver scelto la Juventus in estate. "Matthijs de Ligt è un grande difensore e credo che sia un po' pentito della scelta che ha fatto, ma la vita è fatte di scelte giuste e altre sbagliate, l'importante è imparare dagli errori", ha detto l'ex milanista che oggi è direttore del settore giovanile del Barcellona.

"Ho cercato di convincerlo a scegliere il Barça"

Un giudizio viziato forse dall'interessamento per il centrale da parte dei blaugrana che avevano già acquistato dall'Ajax, Frenkie de Jong. "In estate ho parlato con lui, non direi che ho cercato di convincerlo a scegliere noi, gli ho solamente detto molte delle cose positive sia della città che del club, ma alla fine lui e il suo agente (Mino Raiola, ndr) hanno scelto diversamente", ha aggiunto l'ex attaccante olandese Mundo Deportivo.

"Sto lavorando duro e continuerò"

A metà ottobre proprio Matthijs de Ligt aveva parlato del suo ambientamento a Torino. "All'Ajax mi sentivo invincibile adesso questo senso di invincibilità lo avverto di meno, ma è una cosa naturale - aveva detto il difensore a Fox Sports -. Per me alla Juventus è tutto nuovo, ma sto lavorando duro e continuerò a farlo, facendo sempre del mio meglio e imparando dai miei compagni di squadra".