Nervi tesi in casa Juve: scontro tra Buffon e Benatia alla fine della gara col Napoli

Confronto a muso duro tra il capitano e il difensore per le critiche sulla mancata marcatura di Koulibaly sul gol. Allegri: "Essere negativi non porta a niente"

Nervi tesi in casa Juve: scontro tra Buffon e Benatia alla fine della gara col Napoli
di Redazione Tiscali Sport

Benatia si dimentica di Koulibaly che svetta di testa e spedisce il pallone alle spalle di Buffon. Un gol partita che riapre lo lotta scudetto, porta il Napoli a -1 e alimenta i sogni della squadra di Sarri. Ma soprattutto fa saltare i nervi della Juve, già provati dall'eliminazione con beffa subita in Champions League contro il Real Madrid. La prima sconfitta all'Allianz Stadium, dopo 7 vittorie su 7 nei precedenti incontri, che Gigi Buffon non ha digerito.  E il capitano bianconero dopo aver riconosciuto agli avversari il merito dei tre punti conquistati, ha avuto un duro confronto con i suoi compagni di squadra.

Benatia a muso duro contro Buffon

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, nel mirino del portiere sarebbe finito in particolare Medhi Benatia. Il capitano avrebbe strigliato il difensore marocchino per la mancata marcatura Koulibaly in occasione del gol partita. Ma Benatia non avrebbe gradito il "richiamo" e avrebbe risposto a muso duro a Buffon. "Sarebbe anche volata della frutta", riporta Premiumsport.

Allegri: "Essere negativi non porta a niente" 

Una sorta di replica di quanto avvenuto (ma sempre smentito dalla Juve) a Cardiff nell'intervallo della finale di Champions League poi persa con il Real Madrid, quando ci furono vivaci scontri verbali tra i giocatori bianconeri. Max Allegri ovviamente ha cercato di calmare gli animi dei suoi per non rovinare la corsa scudetto. "Essere negativi non porta a niente, se non alla negatività - ha detto Allegri -. Abbiamo preso una bella bastonata ma ci servirà per rientrare in carreggiata con più cattiveria".