Tiscali.it
SEGUICI

Toto panchine della Serie A: Zidane arriva in Italia e Simone Inzaghi parte

Il tecnico francese fa sognare i tifosi della Juve: "Può succedere di tutto". L'allenatore nerazzurro nel mirino di Chelsea e Manchester United

di Tiscali Sport   

Zinedine Zidane è pronto il ritorno in panchina? Pare proprio di sì e le dichiarazioni di "Zizou" alimentano i sogni dei tifosi juventini. "Un giorno in Italia? Perché no. Può succedere di tutto, al momento sto facendo altro ma sicuro che tornerò in panchina, mi piacerebbe", ha detto l'ex fantasista della Juve ed ex allenatore francese del Real Madrid. Ma prima di tornare a Torino per prendere la panchina di Massimiliano Allegri ("Ho ancora un contratto sino al 2025. Adesso più che mai il futuro è domani, riportare la Juventus in Champions", ha ribadito il tecnico livornese), Zidane potrebbe finire al Bayern Monaco per il dopo Tuchel. Il tecnico francese non allena dalla stagione 2020/2021, chiusa senza gloria con il Real Madrid.

Chelsea e Manchester United su Inzaghi

Dal futuro "italiano" di Zidane all'addio alla Serie A da parte di Simone Inzaghi. La conquista della finale di Champions League (poi persa con il Mancheste City) e l'ottimo andamento dell'Inter anche in questa stagione (i nerazzurri attendono l'Atalanta il 28 febbraio e potrebbero volare a +12 in classifica sulla Juventus seconda) hanno attirato l'attenzione dei club inglesi sull'allenatore piacentino. Chelsea e Manchester United sono pronte a portarlo in Premier League. Inzaghi ha un contratto con l'Inter fino al 2025 e un stipendio da 5.5 milioni più bonusi, ma le squadre inglesi sono pronte a offrirgli un ingaggio da 8 milione a stagione.

Marotta blinda il suo allenatore

Ma Giuseppe Marotta non ha intenzione di perdere l'allenatore che potrebbe regalare all'Inter la seconda stella. "Simone gestisce benissimo lo spogliatoio a livello umano, ottiene il massimo da tutti. Sembra un compagno di squadra delle volte, ma gode comunque di grande rispetto da parte dei giocatori - ha detto l'ad nerazzurro -. E' cresciuto tanto. Poi c'è una cosa che si dice poco, lui rispetto alla generazione degli Spalletti e dei Conte ha dieci anni in meno di esperienza. Potrà fare altra strada".  

di Tiscali Sport   
I più recenti
De Rossi, ci sono troppe cose che dobbiamo migliorare
De Rossi, ci sono troppe cose che dobbiamo migliorare
Stirpe, Frosinone retrocesso? bisogna saperlo accettare
Stirpe, Frosinone retrocesso? bisogna saperlo accettare
Corsi, grande impresa dell'Empoli dopo un anno terribile
Corsi, grande impresa dell'Empoli dopo un anno terribile
Felipe Anderson all'addio 'sarò sempre laziale'
Felipe Anderson all'addio 'sarò sempre laziale'
Le Rubriche

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Pierangelo Sapegno

Giornalista e scrittore, ha iniziato la sua carriera giornalistica nella tv...

Andrea Curreli

Cagliaritano classe '73 e tifoso del Cagliari. Studi classici e laurea in...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Italo Cucci

La Barba al palo, la rubrica video a cura di Italo Cucci, famoso giornalista...