Calcio, avanti A, B e C. Spunta l'ipotesi playoff e playout. Si riparte il 20 giugno

ll tutto in attesa di una decisione definitiva da parte del Governo, che arriverà il 28 maggio, come annunciato dal ministro Spadafora

Ritorna il calcio (senza pubblico), per tanti la fine di un incubo
Ritorna il calcio (senza pubblico), per tanti la fine di un incubo
TiscaliNews

Altro giro altra corsa. Non si ferma la girandola di date sulla possibile ripresa del calcio.  Il Consiglio della Figc ha deliberato la volontà di riprendere e portare a termine i campionati di Serie A, Serie B e Serie C. La stagione 2019/2020 dovrebbe chiudersi ufficialmente il 31 agosto, ma i tornei dovranno essere conclusi entro il 20. Il tutto in attesa di una decisione definitiva da parte del Governo, che arriverà il 28 maggio, come annunciato dal ministro Spadafora. Ci sarà invece lo stop definitivo per i campionati dilettantistici, dalla Serie D in giù.

Ipotesi playoff

Esclusi i playoff in serie A che resteranno dunque una soluzione d'emergenza nel caso vengano a mancare i tempi tecnici per disputare tutte le partite.  Al consiglio spettera', prima della ripresa dell'attivita' agonistica "determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove per l'emergenza Covid-19 dovessero essere nuovamente sospese" inviduando nuovi format, che sono indicati in "brevi fasi di play off e play out al fine di invidaure l'esito delle competizioni, incluse promozioni e retrocessioni", e in caso di definitiva interruzione "definizione della clasifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto dell'organizzazione in gironi,del diverso numero di gare disputate" prevedendo in ogni caso promozioni e retrocessioni. Resta da definire la possibilita' di far ripartire la Serie A femminile.

La ripartenza

Al momento, dunque, il weekend buono per la ripartenza sarebbe quello del 20-21 giugno, ma non è da escludere una deroga per cominciare il 13, la data inizialmente indicata dalla Lega Serie A. Se per la Serie A femminile sembra esserci uno spiraglio di ripartenza, con conclusione entro il 30 giugno, per la Serie B femminile il discorso è diverso e potrebbe arrivare lo stop.

 

Champions ed Europa League

I dirigenti dell'Uefa si sono presi qualche giorno di tempo per decidere il format conclusivo delle coppe europee. La data preferita da tanti, per riaprire i giochi in Champions ed Europa League, fino a qualche giorno addietro, era quella del 2 agosto. Da quel momento in poi, nel giro di sole due settimane sarebbero andate in scena le partite dei quarti e le semifinali, mentre le finali sarebbero state fissate rispettivamente il 26 e il 29 agosto. Nelle ultime ore è ricomparsa l'opzione per abbreviare il tutto ed è tornata in auge l'ipotesi di partite secche sia nei quarti che in semifinale, in modo da risparmiare ai club viaggi continentali. L'unico ostacolo è legato al possibile veto delle tv che detengono i diritti delle coppe. Il nuovo format si concluderebbe, in Champions, con una sorta di Final four da disputarsi a Istanbul, la sede già designata per la finale. Una decisione, rivela il giornale spagnolo Marca - così come per quanto riguarda i nomi delle 12 sedi della fase finale dell'Europeo dell'anno prossimo - dovrebbe essere presa il 17 giugno.