Azzurri, non ci sono Balotelli e Belotti. Mancini chiama Pavoletti e la sorpresa Grifo dall'Hoffenheim

Fra gli esclusi eccellenti dal ct c'è anche Mario Balotelli. La prima volta anche per il centrocampista del Brescia, Sandro Tonali - considerato da molti una sorta di 'erede' di Pirlo

Azzurri, non ci sono Balotelli e Belotti. Mancini chiama Pavoletti e la sorpresa Grifo dall'Hoffenheim
di TiscaliNews

La doppietta rifilata domenica scorsa alla Sampdoria non è bastata. Andrea Belotti resta fuori, almeno per il momento, dai piani del commissario tecnico Roberto Mancini che, per l'importante sfida in Nations League a Milano contro il Portogallo e l'amichevole contro gli Usa, in Belgio, ha deciso di non convocarlo. Fra gli esclusi eccellenti dal ct c'è anche Mario Balotelli. La mancata convocazione dell'attaccante in forza al Nizza, però, appare meno clamorosa, per via del suo rendimento finora poco esaltante.

Prevedibile la scelta di Leonardo Pavoletti, che si è meritato l'azzurro a suon di gol (quasi sempre di testa) con la maglia del Cagliari. Cresce la pattuglia isolana che ha in azzurro anche il centrocampista Barella e il portiere Alessio Cragno.

Sorprende, invece, la chiamata di Vincenzo Grifo, ala di punta dell'Hoffenheim, nato a pochi chilometri da Karlsruhe, ma di origini siciliane (la sua famiglia emigrò dalla provincia di Agrigento). Classe 1993, nell'attuale stagione in Bundesliga ha collezionato 5 presenze e segnato un gol. La prima volta di Grifo coincide con quelle del centrocampista del Brescia, Sandro Tonali - considerato da molti una sorta di 'erede' di Pirlo -, e con il collega di reparto che gioca nel Sassuolo, Stefano Sensi.

Mattia De Sciglio ha ritrovato la strada per il Club Italia dopo cinque mesi: era dallo scorso giugno (amichevole contro l'Olanda), infatti, che il 'Mancio' non lo convocava. Fra le conferme azzurre quella di Kevin Lasagna, centravanti dell'Udinese e ormai uomo-cardine dell'attacco di Mancini, che lo ha lanciato in Nazionale e continua a credere sulle sue qualità. A lui, oppure al rigenerato Immobile, il compito di guidare l'assalto alla difesa campione d'Europa del Portogallo, nella prima delle due sfide previste in questa finestra dedicata alle Nazionali.

Questo l'elenco dei convocati. Questo l'elenco completo dei convocati.
Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Salvatore Sirigu (Torino);

Difensori: Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Mattia De Sciglio (Juventus), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Alessio Romagnoli (Milan), Daniele Rugani (Juventus);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Roberto Gagliardini (Inter), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Lorenzo Pellegrini (Roma), Stefano Sensi (Sassuolo), Sandro Tonali (Brescia), Marco Verratti (Paris Saint Germain);

Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Fiorentina), Vincenzo Grifo (Hoffenheim), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Kevin Lasagna (Udinese), Leonardo Pavoletti (Cagliari), Matteo Politano (Inter).

Gli azzurri si raduneranno lunedì 12 novembre (entro le 12.30) nel centro tecnico federale di Coverciano per preparare la sfida di Nations League con il Portogallo in programma sabato 17 novembre a Milano e l'amichevole con gli Stati Uniti di martedì 20 novembre a Genk, in Belgio.(