Pallanuotisti aggrediti, uno si tuffa in mare per sfuggire all'agguato. La Serbia protesta

di TiscaliNews

Il ministero degli Esteri serbo ha protestato ufficialmente con la Croazia per l'aggressione subita sabato a Spalato da quattro giocatori di pallanuoto della Stella Rossa Belgrado. Per il ministro degli esteri Ivica Dacic, "l'isteria antiserba è ormai una costante della politica croata", e i risultati sono aggressioni, odio e violenza contro i serbi.

"Quando si crea una atmosfera di linciaggio, di violenza, di offese e minacce nei confronti di chi non la pensa allo stesso modo, in un certo senso si istigano le persone a comportarsi in quella maniera incivile", ha affermato Dacic, secondo cui "tutti abbiamo la responsabilità di creare un'atmosfera di reciproca tolleranza".

Sabato scorso, a poche ore da una partita del campionato regionale della Lega Adriatica fra la Stella Rossa e la squadra locale del Mornar, quattro giocatori del club belgradese sono stati aggrediti sul lungomare della città dalmata. Tre sono riusciti a scappare, mentre il quarto ha deciso di tuffarsi in mare per sfuggire agli aggressori.