Chi è Lorenzo Musetti, il nuovo golden boy del tennis italiano che ha annichilito Wawrinka

Il tennista diciottenne, all'esordio nel tabellone principale di un Masters 1000, si è qualificato per il secondo turno degli Open Bnl Italia in corso a Roma travolgendo lo svizzero

Chi è Lorenzo Musetti, il nuovo golden boy del tennis italiano che ha annichilito Wawrinka
di TiscaliNews/Italpress

Impresa di Lorenzo Musetti agli Internazionali d'Italia. Il tennista diciottenne, all'esordio nel tabellone principale di un Masters 1000, si è qualificato per il secondo turno degli Open Bnl Italia in corso a Roma, battendo Stan Wawrinka, per tre volte vincitore di uno Slam. Musetti, n.249 ATP proveniente dalle qualificazioni, ha dominato lo svizzero n. 17 del ranking in due set (6-0, 7-6). Al prossimo turno il giovane tennista sfiderà il giapponese Kei Nishikori (n.35). Sono otto gli azzurri al secondo turno del torneo Masters 1000 di Roma.

"Non mi aspettavo la vittoria contro Wawrinka, ma penso di averla meritata perché ho giocato un buon tennis. E' un sogno che si avvera: ancora non credo a quello che ho fatto". Lorenzo Musetti commenta così l'impresa realizzata contro Stan Wawrinka nel primo turno degli Internazionali d'Italia di tennis.

"Ho lavorato molto bene in questi mesi, penso di essere migliorato nel gioco e nella mentalità - ha raccontato il 18enne azzurro, che ha conquistato un posto nel main draw del torneo romano vincendo le qualificazioni - Non penso alle statistiche: non so ancora quanti punti avrò, quanti soldi riceverò dopo questo successo, mi sono solo goduto l'incontro. Ho giocato senza pression e spero di poter fare così per il resto della mia carriera - ha aggiunto il toscano, classe 2002 - Il tennis oltre che un lavoro è anche passione, quindi penso molto a divertirmi. Le belle parole sul mio gioco mi stimolano, ma so di avere tanti punti deboli: spero di continuare a migliorare".

Nel match di secondo turno al Foro Italico Musetti troverà ora Kei Nishikori: "E' diverso da Wawrinka - ha osservato il 18enne toscano - potrebbe darmi più fastidio perché sta vicino al campo e gioca d'anticipo. Ma il giapponese è stato lontano dal campo per un bel po', quindi penso di poter dire la mia", ha concluso Musetti. 

Toscano di Carrara classe 2002, scoperto da Simone Tartarini e cresciuto nell'ambito dei programmi federali, frequenta il liceo linguistico e si allena al Centro Tecnico di Tirrenia. Destrimano, gioca il rovescio a una mano.  Nel 2016, all'età di 14 anni, solleva il suo primo trofeo conquistando il torneo Grade 5 National Sport Park Open U18, disputato sul cemento di Tirana, superando in due set il connazionale Duccio Petreni.

Nel febbraio del 2017, si aggiudica il primo titolo su terra battuta, nel Grade 4 9th Kenya International Junior Championships, battendo in finale Filippo Moroni. Il 25 luglio, all'età di 15 anni, disputa il suo primo incontro in carriera a livello professionistico partecipando al torneo Future Italy F23 di Pontedera dopo aver superato il tabellone di qualificazioni. Viene sconfitto in due set dallo svedese Christian Lindell, n° 370 della classifica ATP.

Nel 2019 l'exploit con il successo agli Australian Open Juniores, superando in finale, dopo aver salvato un match point nel super tie-break, lo statunitense Emilio Nava, che si allena nell'orbita del team di Ivan Lendl; diventa così il primo tennista italiano della storia a conquistare lo Slam under 18 di Melbourne, il quinto uomo italiano ad aggiudicarsi un Major a livello giovanile e il più giovane italiano di entrambi i sessi a realizzare questo exploit

Il 12 febbraio, all'età di 16 anni, vince il suo primo incontro a livello professionistico. Sul cemento del Future M25 di Barnstaple, cui partecipa grazie a uno Junior Exempt, supera in tre set lo statunitense Felix Corwin, n° 675 del ranking ATP, al quale annulla 3 match-point. Negli ottavi di finale, viene eliminato in due set dal francese Sadio Doumbia. La settimana successiva, grazie a una wild card concessa dagli organizzatori, disputa il suo primo incontro a livello Challenger, al torneo di Bergamo, e viene eliminato in due set dal russo Roman Safiullin. Il suo sogno: "Incontrare Roger Federer a Wimbledon". Se le premesse sono queste il sogno può davvero diventare realtà