Delusione rossa, a Monza trionfa Hamilton. Raikkonen è secondo

Sul podio la Mercedes di Bottas, quarto all'arrivo, ma terzo in virtù della penalizzazione subita da Verstappen

Hamilton taglia il traguardo
Hamilton taglia il traguardo
TiscaliNews

Lewis Hamilton vince il Gran premio di Monza di formula 1. Il campione del mondo della Mercedes ha chiuso davanti alla Ferrari di Kimi Raikkonen che, partito dalla pole, è stato grande protagonista sulla pista lombarda. Sul podio l'altra Mercedes di Valtteri Bottas, quarto all'arrivo, ma terzo in virtù della penalizzazione subita da Max Verstappen. Ai piedi del podio l'altra Ferrari di Sebastian Vettel.

Lewis Hamilton allunga così in testa e vede il mondiale più vicino. Grazie al successo a Monza, il campione della Mercedes sale a quota 256 punti, con 30 di vantaggio su Sebastian Vettel che, solo quarto nel gp italiano, perde altro terreno con 226 punti. Terzo Kimi Raikkonen a 164. Quarto Valtteri Bottas (159).

Le dichiarazioni di Hamilton

"E' stata una gara dura, penso sia stato un miracolo". Lewis Hamilton definisce così la sua vittoria nel Gp d'Italia, iniziato dalla terza posizione. "Sentivo tanta negatività e questo mi ha incoraggiato, mi ha dato energia, poi sugli spalti ho visto tante bandiere britanniche, quei tifosi mi hanno dato l'energia", ha detto l'inglese, assolvendosi per il contatto iniziale con la Ferrari di Sebastian Vettel: "Penso che ci fosse abbastanza spazio fra noi".

Parla Raikkonen

"Il pacchetto era veloce, purtroppo ho avuto un problema alla gomma posteriore e non ho potuto combattere alla fine". Non nasconde la delusione Kimi Raikkonen, secondo al gp di Monza, costretto a cedere alla fine a Lewis Hamilton. "Il risultato ottenuto non è certo l'ideale - ammette il finlandese della Ferrari partito in pole - ma abbiamo fatto il massimo. Mi è venuta a mancare la gomma posteriore e mi sono dovuto accontentare del secondo posto".

"Ho provato a combattere, ma era impossibile - ha sottolineato Raikkonen - E' un risultato lontano dall'ideale ma abbiamo dato il massimo. La battaglia continua? Ci proveremo, oggi è mancata la gomma posteriore ma continueremo a combattere".

Marea rossa

Trionfa Lewis Hamilton al Gp d'Italia, ma dalla marea rossa di tifosi, che al momento della premiazione ha invaso la pista di Monza sotto il podio, si sono levati fischi, 'buuu' e qualche insulto per il pilota della Mercedes e per il suo compagno di squadra, Valtteri Bottas, terzo, che nell'intervista post gara ha ammesso: "Ho cercato di fare il possibile per salire sul podio, la mia missione era rallentare Kimi", ossia il ferrarista Raikkonen, arrivato secondo.
Intervistato dall'ex pilota Felipe Massa sul palco, nonostante i fischi Hamilton ha detto: "Io adoro l'Italia, il suo cibo, questa pista: vincere qui è comunque un grande onore con un pubblico come questo".

Le fasi salienti della gara

Al 45/mo sorpasso di Hamilton che conquista la testa della corsa davanti a Raikkonen. Terzo Verstappen, che dovrebbe essere penalizzato per un contatto su Bottas, quarto. Vettel quinto. 

Hamilton

Al 40/mo giro  In testa Raikkonen davanti Hamilton,Verstappen e Bottas. Vettel risale in quinta posizione

Al 37mo giro pit stop Bottas che rientra al quarto posto. In testa Raikkonen davanti Hamilton e Verstappen. Vettel risale in settima posizione

Al 30mo giro nuovo pit stop dii Vettel per la gomma toccata al via. Il tedesco rientra in 10/ma posizione. Bottas in testa davanti a Raikkonen, Hamilton e Verstappen

Al 28mo giro pit stop Hamilton che rientra terzo alle spalle di Bottas e Raikkonen. Quarto Vettel

Al 25mo giro Hamilton è in testa. il pilota della Mercedes ha approfittato del pit stop di Raikkonen, ora quarto, per allungare in testa. Vettel è risalito dalla 10/ma alla 5/a posizione. Si ritira Ricciardo. 

Partenza regolare, ma subito brividi al Gran Premio di Monza. Kimi Raikkonen è scattato bene dalla pole, davanti al compagno di scuderia Sebatian Vettel, che però ha subito l'attacco di Lewis Hamilton che lo ha toccato, superato e mandato in testacoda. Sulla pista è subito scesa la safety car. LA GRIGLIA DI PARTENZA