"Arrestate i poliziotti": bufera sulla maglietta di Hamilton. E interviene la Fia

La Federazione ha sostenuto la campagna anti-razzismo del Black Lives Matter, ma la maglietta dal campione del mondo non avrebbe queste caratteristiche

di Redazione Tiscali Sport

Sì alla campagna contro il razzismo e al sostegno al movimento Black Lives Matter, ma questa volta Lewis Hamilton ha esagerato. E' quanto ritiene la Fia che è pronta a mettere sotto inchiesta il campione del mondo in carica di Formula Uno. Nel mirino dell'ente mondiale dell'automobilismo sportivo la maglietta indossata dal pilota della Mercedes durante il gran premio il Gran Premio della Toscana. "Arrestate i poliziotti che hanno ucciso Breonna Taylor", recitava la scritta sulla parte frontale della t-shirt, rigorosamente nera, esibita da Hamilton. Sulla schiena c'era invece il volto della paramedica di Louisville ferita mortalmente da otto colpi di armi da fuoco durante un'irruzione della polizia per un blitz antidroga.

"Un giorno spero che saremo tutti uguali"

Al Mugello, il campione inglese ha colto la novantesima vittoria. Durante questa trionfale stagione (è primo in classifica con 190 punti) che lo sta avvicinando al record di Michael Schumacher (sette titoli mondiali vinti), Hamilton ha deciso di utilizzare il palcoscenico sportivo della F1 per sostenere la causa antirazzista partita dagli Stati Uniti. Hamilton ha usato spesso i social media per esprimere le sue posizioni e a giugno ha partecipato a una pacifica marcia dei Black Lives Matter a Londra. L'inglese ha indossato una maglietta Black Lives Matter e si è inginocchiato prima dei Gp di F1 come segno di solidarietà. "Un giorno spero che saremo tutti uguali. Fino ad allora, è sempre #BlackLivesMatter", aveva scritto Hamilton su Instagram. La Mercedes ha sempre sostenuto apertamente la battaglia politica del sei volte campione del mondo.

La posizione della Fia

Ma ora la Fia sta pensando d'indagare Hamilton per la maglietta esibita in Toscana. "E' un'ipotesi che stiamo prendendo in seria considerazione", ha detto un portavoce della federazione. Ma quello sulla t-shirt di Hamilton può essere ritenuto un messaggio con contenuti politici? "E' proprio ciò che stiamo valutando". La Fia sostiene la campagna anti-razzismo, e Black Lives Matter, portata avanti da alcuni piloti e in particolare proprio da Hamilton, ma la t-shirt con scritta esibita al Mugello non avrebbe queste caratteristiche, ma altre di tipo politico. E ora il campione del mondo rischia sanzioni.