Milan. Ibrahimovic "Scudetto una possibilità, Non sono sorpreso dai gol"

Milan. Ibrahimovic 'Scudetto una possibilità, Non sono sorpreso dai gol'
di Italpress

Il centravanti rossonero "Coronavirus? Non potevo saltare il derby" MILANO (ITALPRESS) - "Era una partita importantissima contro l'inter, il derby. Avevo tanta fame dopo due settimane chiuso in casa. Sono un po' deluso per il rigore sbagliato". Lo ha dichiarato l'attaccante del Milan, Zlatan Ibrahimovic, al termine del match vinto per 2-1 contro l'Inter. "Aver vinto è stato importante, l'avventura continua. Scudetto? Siamo all'inizio, da quando sono arrivato la squadra sta facendo grandi cose, sta crescendo. Sicuramente è una possibilità, stiamo lavorando per questo. La squadra ha una mentalità differente e i giovani sono più responsabili - ha proseguito Ibrahimovic ai microfoni di Sky Sport -. Voi non vedete come si allenano, lo fanno alla grande. Responsabilità? La sento tanto, perchè sono il più vecchio (ride, ndr). Sono tutti disponibili, bravi e seguono. Tutti hanno voglia di vincere. Non sono stupito da me stesso. So cosa posso fare, sono andato in America per ripartire da zero. A Manchester dissi a Mourinho di non convocarmi perchè non volevo deluderlo, non ero il vero Ibra. Dopo l'America ero indeciso se continuare. Poi Mino Raiola mi ha detto che dovevo fare vedere a tutti che potevo giocare ancora in Europa. Mi ha detto: 'Il Milan ha bisogno', allora io ho detto: 'Chiama il Milan'". "Covid? Ho perso un po' di gusto, ma non avevo sintomi, facevo tamponi e ho detto che il derby non potevo saltarlo anche senza risultati avrei giocato, nessuno poteva fermarmi. Leao? Può diventare un grande giocatore, ha un fisico quasi meglio del mio (ride, ndr). Però deve impegnarsi con tutto se stesso, giocare nel Milan è una grande occasione". (ITALPRESS). mra/gm/red 17-Ott-20 21:30