“Pronti ad affrontare Milano: imperativo non farli scappare via”

“Pronti ad affrontare Milano: imperativo non farli scappare via”
di DinamoBasket

Tagscampionato LBA. conferenza stampaLe parole di coach Vincenzo Esposito

Questa mattina coach Vincenzo Esposito ha presentato la sfida che attende i suoi ragazzi: dopo la trasferta a Groningen in Fiba Europe Cup, domani i giganti affronteranno l’Olimpia Milano nella sfida valida per la 10° giornata di campionato LBA.

“Affrontiamo una squadra che non ha bisogno di presentazioni, sappiamo tutti che è stata costruita per fare bene in campionato ed Eurolega, sappiamo che tipo di campionato sta disputando. Alla fine è una partita di pallacanestro quindi la dobbiamo giocare al massimo; veniamo da un momento discreto dopo la pausa quindi entreremo in campo con la volontà di restare attaccati alla partita, giocheremo questi 40 minuti poi si tireranno le somme”.

Milano è una corazzata…

“È una squadra tecnicamente parlando lunga, fisica e con grande talento, noi però abbiamo dimostrato nei nostri momenti migliori di giocarcela con tutti. Il nostro obiettivo domani è quello di rimanere attaccati al match, e giocarcela per 40’. Non sarà facile perché Milano è una squadra che punisce i minimi sbandamenti, motivo per cui l’aspetto difensivo è molto importante. Vengono concessi uno o due errori ma alla lunga vieni punito sia offensivamente sia difensivamente”.

Quali saranno le vostre chiavi della partita?

“Dobbiamo continuare a combattere sotto i tabelloni, cosa che stiamo facendo bene, anche perché ci permette di giocare a un ritmo più congeniale al nostro. Con una squadra da Eurolega non puoi pensare di disputare una partita a ritmi bassi o con una difesa schierata, perché c’è un livello fisico difficile da affrontare. Dobbiamo continuare a contenere le palle perse, che secondo la mia esperienza devono essere meno di 11. Dobbiamo essere bravi a giocare situazioni dinamiche in attacco, per facilitare esecuzioni dei giochi: non sarà facile ma la squadra sta crescendo, sta migliorando e ha ben presente che avversario andremo a incontrare”.

Che risposte ha avuto dalla squadra al rientro dalla pausa?

“Sicuramente la cosa che mi conforta di più è la mentalità con cui stiamo entrando in campo. Riusciamo a leggere meglio le partite anche quando le cose vanno male, leggiamo meglio le situazioni offensive a seconda dell’avversario e del tipo di competizione che disputiamo. Per questo affrontiamo la sfida di domani con positività, con i piedi a terra”.

Sassari, 15 dicembre 2018

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna